Aliulm
  • FOLLOW US
  • Keywords
  • Cultura
  • Anno
  • Author
  • Redazione ALIULMAG

Milano, centro dell'economia, della moda, ma anche della cultura

Il confronto con 168 città europee svolto dalla Commissione Europea dimostra che Milano non ha nulla da invidiare a città come Monaco, Vienna, Parigi o Barcellona, ma anzi si classifica tra le città top, sfiorando il podio con un quarto posto

Capitale economica, città della moda, metropoli dei tram, del traffico e dei pendolari, è stata definita in molteplici modi e adesso se ne aggiunge un altro: capitale culturale
Se questo risultava chiaro già da due anni, dopo il momento di splendore iniziato con l'Expo pochi giorni fa è arrivato il bollino ufficiale da Bruxelles. Milano, per il << Cultural and creative cities monitor>> è la smart city perfetta.

Questo strumento, ha preso in esame 168 città in 30 paesi e le ha confrontate sulla base di diversi parametri: servizi, eventi, attrazioni, musei, visitatori, esaminando dati sia qualitativi che quantitativi. Prima tra tutte in questa analisi è Parigi, mentre Milano si classifica quarta. Per trovare un'altra città italiana dobbiamo scendere fino al 28 posto in cui troviamo Firenze.

Per capire meglio la Milano culturale odierna, facciamo un salto nel suo passato, torniamo al 1827, in questo anno, nel capoluogo meneghino, uscivano le "Operette Morali" di Leopardi, "I Promessi Sposi" di Manzoni e alla Scala c'era la prma de "Il pirata" di Bellini. Questo riferimento sta a dimostrare che due secoli a questa parte Milano non è solo un centro economico ma anche culturale.
Da duecento anni fa ad oggi le cose sono molto mutate e quella città è diventata un mito, su cui poggia i pilastri la Milano odierna  che continua ad attrarre persone,  offrire occasioni e a mantenere un peso economico e culturale nel mondo.

Il dossier diffuso dalla comunità Europea, mostra che Milano si trova appena dopo Parigi per capacità di attrarre pubblico, locale, nazionale ed estero ed è al pari di Vienna, Praga, Monaco e Bruxelles come sistema di servizi e location.
Il capoluogo lombardo guadagna il podio per la ricchezza e la vivacità culturale, al terzo posto, e segue sempre Parigi ma supera Roma per capacità occupazionale nel settore creativo e dello spettacolo. Un altro terzo posto riguarda invece il valore delle scuole e delle università: terza tra Parigi e Barcellona.
Nel 2016 la città ha vissuto il suo boom turistico toccando quasi i sei milioni di visitatori, cifra che la porta al pari della capitale francese per numero dei visitatori nei musei.

Gli eventi che danno un valore all'attrattività di Milano sono eventi come Book City, Museo City, le settimane della moda, il MiTo la Milanesiana, che avrà inizio a breve, amplificati dai grandi marchi ( Apple, IBM, Microsoft) che hanno deciso di concentrare qui i loro headquarter europei.
Per non tralasciare chi a Milano c'è sempre stato, Il Piccolo Teatro, il riflesso della città da settant'anni, che quest'anno prevede oltre 300 mila spettatori.


A Milano la gente arriva, guarda e rimane stupita, è tornata ad essere civica e culturalmente attiva e per questo attrae giovani e turisti da tutto il mondo.

SHARE ON