Aliulm
  • FOLLOW US
  • Keywords
  • Comunicazione
  • Anno
  • Author
  • Redazione ALIULMAG

BLACK AND WHITE AND MORE

Juventus, il nuovo logo e il valore di un brand

Con 1,15 miliardi di euro di valore complessivo, la “Vecchia Signora” Juventus – la squadra calcistica italiana fondata nel 1897 da un gruppo di liceali torinesi – guadagna il primo posto tra i club del nostro Paese e il 9° nella classifica mondiale secondo Forbes. Un’altra classifica internazionale, la Football 50 di Brand Finance, colloca la stessa società calcistica ad un ragguardevole undicesimo posto relativamente al valore del brand, che nel 2016 ha raggiunto i 264 milioni di euro.

Aldilà dei grandi numeri, ciò che è innegabile è che, da sempre, ogni squadra di calcio trae il proprio valore dalla sincera passione dei suoi tifosi: un vero rapporto d’amore che è esso stesso il senso dello sport più seguito dagli italiani.  E parlare di amore non è per niente fuori luogo: una squadra di calcio può senz’altro essere considerata uno dei famosi lovemark  teorizzati qualche anno fa da Kevin Roberts, già CEO Worldwide di Saatchi & Saatchi, nel suo omonimo libro Lovemarks: the future beyond brands.

Sarà per questo che Juventus ha imboccato una strada chiara, quella dello sviluppo internazionale del proprio brand, oltrepassando i confini della sfera sportiva: “La Juventus vuole diventare più di una squadra di calciospiega sui social network Sergio Spinelli, HR Director della societàvuole essere una società azienda a tutti gli effetti: un marchio che abbraccia molti settori, da quello editoriale al commerciale, passando per quello dei media”.

E il primo, decisivo passo di questo cambiamento di rotta è stato l’unveiling del nuovo logo della squadra, sviluppato da Interbrand, che con i suoi tratti marcatamente contemporanei ha diviso l’opinione pubblica e turbato non pochi tifosi: una J stilizzata, un gioco grafico che richiama le strisce bianconere, la metà di uno scudetto, quasi un ideogramma. Un segno inconfondibile che rimanda anche a una delle più celebri frasi dell’avvocato Gianni Agnelli, “Mi emoziono ogni volta che vedo sui giornali una parola che inizia per J”. Una nuova identità forte, che insieme al nuovo format di iniziative “Black and white and more” pone Juventus, più che sotto i fari di uno stadio, sotto i riflettori dello studio della comunicazione contemporanea nel mondo dello sport (e non solo).

E se il logo non è piaciuto (“Se non vi piace è un buon segno”, continua Spinelli sui social), intanto, dal giorno del suo lancio a oggi, il valore del brand Juventus è aumentato del 4%.Uno a zero, palla al centro.

 

SHARE ON